A cento anni dalla rivoluzione russa

In libreria due libri di Ettore Cinnella pubblicati in occasione del centenario della rivoluzione russa

1917-2017. Sono passati cento anni dall’evento che sconvolse il mondo e cambiò per sempre le sorti dell’Europa. Ettore Cinnella, studioso affermato di storia russa, racconta come e perché i romantici eroi rivoluzionari di fine Ottocento diventarono gli spietati strateghi della rivoluzione bolscevica.

Nel saggio 1917. La Russia verso l’abisso (euro 19,50, pp. 470), pubblicato in edizione speciale con illustrazione dell’artista Lucio Villani, Ettore Cinnella sfata per sempre i miti e le leggende che ancora dipingono la rivoluzione del 1917 come il risultato della maestria politica di Lenin. In realtà, il ciclo rivoluzionario che si aprì nel febbraio-marzo 1917 fu molto più complesso ed ebbe innumerevoli protagonisti politici e sociali, primi fra tutti il partito dei socialisti rivoluzionari. Nel libro l’autore spiega come e perché il partito di Lenin si trasformò pian piano in una feroce tirannide militaresca suscitando la resistenza delle masse popolari e la protesta dei partiti rimasti fedeli agli ideali del socialismo democratico.

Nel volume La rivoluzione russa in 100 date (euro 10,00 pp. 135) Ettore Cinnella racconta in cento memorabili date le vicende della rivoluzione russa, dalla domenica di sangue del 1905 fino alla repressione delle rivolte popolari nel 1921. Il libro è un viaggio appassionante fra gli eventi e i protagonisti della grandiosa epopea rivoluzionaria, che sfociò nella contrapposizione fra i generali bianchi fedeli allo zar assassinato e i soldati dell’armata rossa organizzata dal genio militare di Lev Trockij.

★★★★★ «Ettore Cinnella è uno dei nostri maggiori sovietologi».
Dino Messina, CORRIERE DELLA SERA

★★★★★ «Ettore Cinnella, eccellente studioso delle molte Russie».
Bruno Bongiovanni, L’INDICE DEI LIBRI DEL MESE

★★★★★ «Già autore di due libri basilari sulla rivoluzione russa, Ettore Cinnella è uno storico di rango».
Diego Gabutti, ITALIA OGGI