Per l’anniversario della Riforma protestante

In libreria dal 1° giugno il libro di Domizia Weber e Daniele Santarelli che racconta in 100 memorabili date la Riforma protestante

Ottobre 1517. Un monaco sassone di nome Martin Lutero compie un gesto di straordinaria portata e rende pubbliche le sue Novantacinque Tesi, dove denuncia gli abusi legati alle indulgenze. Negli anni successivi le sue idee, che mettono in discussione l’egemonia cattolica e papale, si diffondono assai rapidamente scatenando la risposta repressiva dell’Inquisizione. Nata in Germania, la Riforma fu un fenomeno di ampia portata, con sconvolgimenti che travalicarono i confini della sua iniziale affermazione territoriale. Daniele Santarelli e Domizia Weber, studiosi dell’età moderna, ne ripercorrono le vicende in cento memorabili date e raccontano in modo chiaro e appassionante gli eventi e i protagonisti della rivoluzione religiosa che spaccò il mondo cristiano occidentale.

Daniele Santarelli insegna Storia moderna presso l’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli. Specialista di storia politica e religiosa del Mediterraneo in età moderna, con particolare riferimento al XVI secolo, ha al suo attivo numerose pubblicazioni tra monografie, curatele, articoli. Ha ideato e coordina il Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo (www.ereticopedia.org).

Domizia Weber ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia moderna presso l’Università degli Studi di Firenze. Specialista di storia della stregoneria e di storia della medicina, insegna Storia di genere presso l’Università degli Studi di Siena. Tra le pubblicazioni, Il genere della stregoneria: il caso di Maddalena Serchia e Giovanni Serrantelli e Sanare e maleficiare: guaritrici, streghe e medicina a Modena nel XVI secolo.